“E sottolineateli quei libri, fateci quelle benedette orecchie alle pagine, evidenziateli, rovinateli, leggeteli con attenzione anche più volte, viveteli, capiteli, ritovatevici, sfogliateli, bagnateli con le lacrime se una frase vi ha colpito, strappateli se una parola vi ha provocato rabbia. ma vi prego, prendeteli, salvateli da quella libreria, almeno gli alberi sapranno che c’è vita dopo la morte.”

(via philophobja)

Quello che penso io

(via vaffanculotuttietutto)

THIS.

(via daughterofflowers)

Cazzo si!

(via nymees)

Dio.

(via combattodasola)

Rovinarli scrivendoci sopra penso proprio di no. è una cosa che odio fare e vedere.

“E sottolineateli quei libri, fateci quelle benedette orecchie alle pagine, evidenziateli, rovinateli, leggeteli con attenzione anche più volte, viveteli, capiteli, ritovatevici, sfogliateli, bagnateli con le lacrime se una frase vi ha colpito, strappateli se una parola vi ha provocato rabbia. ma vi prego, prendeteli, salvateli da quella libreria, almeno gli alberi sapranno che c’è vita dopo la morte.”

(via philophobja)

Quello che penso io

(via vaffanculotuttietutto)

THIS.

(via daughterofflowers)

Cazzo si!

(via nymees)

Dio.

(via combattodasola)

Rovinarli scrivendoci sopra penso proprio di no. è una cosa che odio fare e vedere.

“Immaginatevi due ragazzi che si incontrano in una stazione o un aereoporto, dopo un anno passato senza vedersi. Immaginatevi loro due che si riescono a trovare anche in mezzo alla folla, che iniziano a correre e in fine si abbracciano. Si abbracciano forte e piangono. Ecco, questo è il mio concetto di felicità.”
— 328kmlontanadaltuosguardo (via 328kmlontanadaltuosguardo)

In Giappone ci sono tre modi per dire “ti amo”.

-Il modo più trascurabile è “Daisuki!”, per la persona che ti piace.

-Poi si dice “Aishiteru!” per una relazione più seria

-“Koishiteru!” e lo si dice alla persona con cui si desidera trascorrere il resto della vita insieme.

E loro lo seguono seriamente. È da ammirare. Loro non banalizzano il “ti amo” come fanno la maggior parte delle persone qui.

(via nonsentilemieurla)

O come nella lingua inglese dove “I love you” significa sia “ti amo” che un semplice “ti voglio bene”.

“Non sono asociale, ci sono solo giorni in cui non tollero nessuno. Nemmeno me stessa. Ma non capita spesso, nemmeno raramente. Direi sempre.”
tu-stringimi-le-mani:

Oggi avevo un compito in classe. Dovevo rispondere alla domanda :”Cosa ci rende felici?”. Avrei dovuto leggere un testo riguardante l’argomento. C’erano vari autori che spiegavano cosa significasse per loro la felicità e io dovevo esprimere un mio parere di quale fosse il pensiero a me più vicino. Appena ho letto quella frase non sono andata avanti, non ho avuto dubbi, in quelle 8 parole c’era tutto quello che pensavo. Ormai lo sappiamo tutti . Nessuno da solo è felice. Tutti cerchiamo sempre una persona che venga a salvarci, che ci tiri fuori dalle nostre macerie e che ci faccia sentire importanti , almeno una volta nella vita.

tu-stringimi-le-mani:

Oggi avevo un compito in classe. Dovevo rispondere alla domanda :”Cosa ci rende felici?”. Avrei dovuto leggere un testo riguardante l’argomento. C’erano vari autori che spiegavano cosa significasse per loro la felicità e io dovevo esprimere un mio parere di quale fosse il pensiero a me più vicino. Appena ho letto quella frase non sono andata avanti, non ho avuto dubbi, in quelle 8 parole c’era tutto quello che pensavo. Ormai lo sappiamo tutti . Nessuno da solo è felice. Tutti cerchiamo sempre una persona che venga a salvarci, che ci tiri fuori dalle nostre macerie e che ci faccia sentire importanti , almeno una volta nella vita.

“Prof: Ragazzi, ma volete veramente mollare così? Pensate veramente di non farcela? Siete così stupidi a pensare a certe cose perché voi siete in grado di fare qualsiasi cosa vogliate. Non vi abbattete quando non riuscite a fare un’espressione di matematica, abbattete tutte le parentesi tonde,quadre e graffe. È un po’ come quando cercate di leggere un libro e dite ‘stasera cercherò di leggerlo tutto’ e dopo due minuti morite già di sonno. E chi lo ha detto che la vostra generazione è la rovina del mondo? Nessuno, solo la gente ignorante e di poco cervello, perché siete voi quelli che salveranno il culo a tutti. Siete giovani non pensate già al concetto di morte, vivetela la vita! E facciamo un’altra cosa? Quando non avete voglia di fare i compiti di matematica siate sinceri, ditemi perché non avevate voglia, ad esempio: “non ne avevo voglia. ” “sono stata con il mio fidanzato.” “prof, avevo da fare di meglio che i suoi stupidi compiti che non comprendo nemmeno. ” Cercate di credere in voi stessi. E se non ce la farete? Beh, basta lavorarci.
Ed é adesso, che è arrivato il momento di lavorare.”
— Prof. di matematica; (via efragilemisonodettatuverrai)
stringimiconletuespine:

sibaciavanodisguardiqueidue:

misalvisempre:

tregiridovrebberobastare:

lealinascostediunangelo:

posso solo provare ad immaginarlo

L’unica cosa che posso fare

eh

ecco.

7.143 note per un mio semplice pensiero scritto alla mia migliore amica, siete fantastici, mi sento speciale, grazie 

stringimiconletuespine:

sibaciavanodisguardiqueidue:

misalvisempre:

tregiridovrebberobastare:

lealinascostediunangelo:

posso solo provare ad immaginarlo

L’unica cosa che posso fare

eh

ecco.

7.143 note per un mio semplice pensiero scritto alla mia migliore amica, siete fantastici, mi sento speciale, grazie 

“Fermati solo quando sanguini.”
— Le luci della centrale elettrica (via percuigiochiamoci)